In questa categoria
  Riepilogo
  Come raggiungerlo
  Com'è nato
  Il ruolo e il significato
  Le parti che lo costituiscono


 
 
 
 
Geoss
Le manifestazioni
L’AREA PIÙ AMPIA
TURISMO
STORIA
Contatti
Riepilogo

Il presente libretto è concepito come integrazione e riepilogo della seconda edizione della guida sul Centro Geometrico della Slovenia - Geoss. In confronto alla prima edizione, uscita nel 1984, la seconda (1997) è sicuramente più completa dal punto di vista tecnico e arricchita da nuove conoscenze e informazioni. Dopo 9 anni, tuttavia, presentava anch’essa ormai qualche lacuna a livello di contenuto. Questo riepilogo, quindi, è stato concepito anche per presentare alcune tra le novità più importanti introdotte negli ultimi nove anni.

Le descrizioni sono state ripartite, secondo la suddivisione della Legge sul Geoss, in due capitoli: nel primo viene presentata l’area più ristretta circostante il Geoss, in cui sono raggruppati monumenti di importanza storico-patriottica, e nel secondo, invece, l’area più ampia che arriva, oltrepassando Vače, fino all'insediamento preistorico di Krona.

Com’è stato concepito il Geoss
Il progetto Geoss, dapprima chiamato “Projekt Vače 81”, è stato elaborato da Peter Svetik su suggerimento dell'allora sindaco di Litija Jože Dernovšek. I lavori iniziarono in gennaio e il progetto, dopo mesi di intenso lavoro, fu terminato nel giugno 1981. Il comitato promotore lo approvò interamente nella seduta del 16 giugno 1981, diventata poi la data ufficiale di nascita del Geoss. Durante i lavori, Svetik si avvalse della collaborazione di due importanti esperti.

Il geodeta Marjan Jenko scoprì, sulla base di calcoli particolari, che il centro geometrico della Slovenia giaceva nelle immediate vicinanze di Vače. Un calcolo più dettagliato stabilì che si trovava precisamente in una bella località vicino a Slivna, dove oggi è situato il cippo del Geoss. Per stabilirne con precisione la posizione, fu necessario un impegnativo lavoro grafico, analitico e di calcolo, svolto da Marjan Jenko avvalendosi della tecnologia allora disponibile, fornita dall’Istituto Geodetico di Lubiana. Il progetto del cippo del Geoss e la preparazione dell’area circostante venne realizzata dall’architetto Marjan Božič che, per realizzarlo, impiegò un grande pezzo di granito. Seguì personalmente l’opera dei marmisti durante la fase di lavorazione e si occupò della direzione operativa della sistemazione dell'area circostante.

Il cippo del Geoss venne presentato al pubblico durante la cerimonia del 4 luglio 1981, contemporaneamente alla deposizione dell’allora stemma della Slovenia, con la sistemazione orticolturale e architettonica dell’area circostante.

Il riconoscimento della legge
Dopo oltre 20 anni di assiduo impegno, l’Associazione Geoss ha ottenuto anche il riconoscimento dello Stato. Nel 2003 è stata quindi approvata la cosiddetta Legge sul Geoss (Zakon o Geossu), un caso unico finora all'interno dell'Unione Europea, che regola e determina giuridicamente il centro dello Stato.

L'anno successivo (2004) è stata approvata l’Ordinanza sulla concessione per la gestione del Geoss in base alla quale, nel 2005, è stata attribuita all’Associazione Geoss la concessione per la gestione dell’area.

Tuttavia la concessione, almeno finora, è limitata all’area più ristretta del Geoss. Per tutte le parti del progetto dell'area più ampia, il comitato deve riuscire a garantire mezzi finanziari concessi da altri enti. Gli atti giuridici sopra menzionati rappresentano per il progetto Geoss l’occasione per iniziare una nuova fase di sviluppo.

Letteratura, souvenir
Nell’area del Centro Geometrico della Slovenia sono disponibili vari depliant, guide e libri, tuttavia editi finora soltanto in lingua slovena. Tra i più importanti va citata la “Guida Geoss” (Vodnik Geoss) e il libro “Nel cuore della Slovenia” (V srcu Slovenije). La guida illustra in modo conciso la storia e i contenuti dell’area più ristretta e più ampia circostante il Geoss fino al 1997, mentre il libro abbraccia una cronologia leggermente più ampia della realizzazione del progetto, fino ad arrivare al 2000.

Il comitato del progetto ha inoltre realizzato, negli ultimi anni, anche alcune cartoline illustrate e souvenir, tra i quali vanno certamente menzionate l'interessante copia in miniatura della famosa situla di Vače e la scultura del Geoss in legno.

Per acquistare i souvenir, ci si può rivolgere all'Associazione Geoss (Društvo Geoss) al numero di telefono +386 (0)1 / 897 60 95 oppure ad Anka Kolenc (+386 (0)1 / 897 66 80 oppure +386 (0)41 896 632). Per ulteriori informazioni si possono contattare anche Jože Dernovšek (+386 (0)40 457 373) e Peter Svetik (+386 (0)41 571 897). Si può inoltre scrivere al seguente indirizzo di posta elettronica: oppure all’indirizzo di posta tradizionale:
Dom Geoss,
Vače 10,
1252 Vače,
Slovenia.

 

Copyright © 2006 - 2017 Društvo GEOSS. Vse pravice pridržane.