In questa categoria
  Storia


 
 
 
 
Geoss
Le manifestazioni
L’AREA PIÙ AMPIA
TURISMO
STORIA
Contatti
Storia

La Vače dell’età del ferro
Along the Geoss circular path there is a large settlement and burial ground complex, one of the largest in Slovenia and the south-eastern Alpine area.

The surroundings of Vače were populated already during the Neolithic period while the more condensed and planned settlement by the population came about in the beginning of the Palaeolithic period, called the Haltstadt period, in the 8th century B.C. There were a great many finds of older Haltstadt graves with burials by burning (from the period between the 8th and the 7th centuries B.C.). From the graves it is possible to conclude that these were the distinctly wealthy members of the military aristocracy with offerings of weapons and precious objects.

With the onset of the Roman period, the settlement moved to lower locations. The iron hoe is the only find known to exist from this period.

There have been 16 Haltstadt houses excavated in Krona up to now, which have a rectangular shape with foundations made of stones stacked without the use of mortar. These were mud plastered log cabins.

The found iron slag pieces undoubtedly prove that metallurgy and forging flourished in this settlement.

The majority of the excavated valuables are abroad. Excavations were namely led predominantly by foreign researchers …

Il periodo dell’occupazione 1941–1945
Come tutta la Slovenia, anche la zona di Vače è stata oppressa nella morsa degli occupatori. Il fiume Sava era un’importante via di trasporto e per questo motivo, lungo il corso del fiume, gli occupatori italiani e tedeschi si erano suddivisi il territorio sloveno.

Gli abitanti di questa regione risposero immediatamente allo stimolo del Fronte di Liberazione per la resistenza. Questa era la zona operativa del distaccamento Kamniško-zasavski che organizzò molte azioni diversive, mantenendo inoltre i legami con il territorio oltre il fiume Sava, un compito estremamente difficile visto che il fiume, con la linea ferroviaria, era molto ben sorvegliato.

A Vače i tedeschi avevano posto la loro base che, nel luglio 1944, venne fatta esplodere e distrutta da un esplosivo che l’unità partigiana aveva nascosto in un pacco postale.

Grazie alla lotta di liberazione, durata quattro anni, la zona in cui oggi si trova il Geoss si è guadagnata un posto d’onore nella storia della Slovenia.

 

Copyright © 2006 - 2017 Društvo GEOSS. Vse pravice pridržane.